Non ci sono prodotti nel carrello.

Articoli della categoria: Eventi

Cerimonia di conferimento premi e borse di studio – IX edizione

Lunedì 19 giugno 2017, alle ore 16.00, presso l’Aula Magna del Rettorato – Sapienza Università di Roma (Piazzale Aldo Moro, 5) si svolgerà la cerimonia di conferimento di premi e borse di studio.

Per maggiori informazioni, scarica il protocollo “Cerimonia di conferimento premi“.

Visualizza la mappa della città universitaria.

Tags: ,

Presentazione del libro “Trasformazioni urbane sui Colli Albani” di Marco Corsi

Mercoledì 14 giugno, ore 17.00 presso la Sala delle Vedute del Museo Diocesano di Albano (Via Alcide De Gasperi, 37 Albano Laziale – RM), si terrà la presentazione del volume : “Trasformazioni urbane sui Colli Albani. Espansioni territoriali e nuovi tracciati viari tra i pontificati di Urbano VIII e di Alessandro VIIdi Marco Corsi.

Intervengono:

  • Augusto ROCA DE AMICIS
  • Simona BENEDETTI

IL LIBRO: “Trasformazioni urbane sui Colli Albani”

“Se si esclude la parentesi rappre sentata dal pontificato di Innocenzo X Pamphilij, che non soggiornò nella residenza extraurbana di Castel Gandolfo, il suo predecessore ed il suo successore non solo impiegarono il complesso della villa come sede delle annuali villeggiature, ma fecero dell’area circostante il territorio privilegiato per una serie di interventi urbanistici ed edilizi d’eccellenza. Essi si legano, nella maggioranza dei casi, non solo alla volontà diretta dei pontifici, ma al supporto dalle famiglie baronali residenti nell’area.
La novità di questa ricerca è costituita dal superamento della visione puntuale di tali episodi, nel tentativo di riconoscere e descrivere i meccanismi che hanno condotto alla realizzazione di un sistema di relazioni tra i feudi e la villa pontificia.
Si tratta di legami di natura ideale e simbolica, ma tanto più significativi da concretizzarsi in un complesso di collegamenti viari di tipo differente: dal rettifilo, alla via arborata, alla riproposizione del modello romano del tridente di strade.
Una concezione unitaria tra architettura e paesaggio, che culmina nelle azioni di Urbano VIII a Castel Gandolfo e di Alessandro VII e dei suoi nepoti ad Ariccia, ma che non può prescindere da quanto realizzato dai Savelli ad Albano già dal 1618 e dalle trasformazioni urbane inaugurate dai Cesarini a Genzano dal 1643.
Una visione ad ampio raggio, che supera i limiti della scala urbana per raggiungere le caratteristiche di un vero e proprio piano territoriale, realizzato nell’arco di appena un cinquantennio sotto la super-visione di grandi personalità come C. Maderno, G.L. Bernini, C. Fontana, ma anche grazie all’apporto di una serie di “urbanisti” già attivi nelle progettazioni romane (D. Jacovacci, G. Cerrutti ed altri).”

Vai alla scheda del libro

Tags:

Presentazione del libro “La democratizzazione in Angola nell’ultimo ventennio. Flusso e Riflusso” di Issau Agostinho

Mercoledì 24 maggio, ore 15.00-17.00 presso l’Aula A di Storia moderna e contemporanea, Facoltà di Lettere, si terrà la presentazione del volume della collana GNOSEIS: La democratizzazione in Angola nell’ultimo ventennio. Flusso e Riflusso” del dott. Issau Agostinho.

Parteciperanno il prof. Guglielmo Rinzivillo, responsabile della collana GNOSEIS, e il direttore editoriale Gennaro Guerriero.

 

IL LIBRO: “La democratizzazione in Angola nell’ultimo ventennio. Flusso e Riflusso”

“La democrazia è sicuramente lo strumento più usato nella storia dell’umanità per la gestione degli interessi e della collettività che compongono una società. Certamente, la storia ci racconta di paesi più inclini a combattere tale modello perché ritenuto una minaccia al potere politico di leader storici (ne sono un esempio alcuni paesi in via di sviluppo) e di altri paesi come l’Angola che hanno visto nascere la democrazia solo dopo scontri militari tra il partito al governo e una forza militare desiderosa del potere.”

Vai alla scheda del libro

Tags:

Presentazione del libro “Identità, memoria, pratiche, analisi sociologica dei servizi e degli archivi storici del CIF in Italia” di Fiorenza Deriu

In occasione del Salone del Libro di Torino, domenica 21 maggio alle ore 10.45 presso lo stand del centro (PADIGLIONE 1  –  stand  D62/E 59) si terrà la presentazione del libro “Identità, memoria, pratiche, analisi sociologica dei servizi e degli archivi storici del CIF in Italia”  di Fiorenza Deriu.

Seguirà un’intervista televisiva alle ore 11.30 presso lo stesso stand.

 

 

IL LIBRO: “Identità, memoria, pratiche”

In questo volume l’autrice ripercorre gli oltre settanta anni di storia del Centro Italiano Femminile, un’associazione che, dal 1944 a oggi, ha contribuito ampiamente alla promozione dei diritti delle donne in Italia, attraverso le testimonianze delle dirigenti e delle aderenti che operano nei servizi gestiti dai Cif territoriali e i fondi documentali storici ivi conservati. In queste pagine, sulla base di due indagini e di numerose interviste a dirigenti e aderenti del Cif, l’autrice si propone, da una parte, di offrire una approfondita analisi dei servizi Cif operanti sul territorio nazionale, espressione del dinamismo di un tessuto associativo che, col tempo e nonostante le difficoltà, ha saputo rispondere ai cambiamenti della società, sviluppando pratiche di intervento efficaci, basate essenzialmente sul lavoro volontario delle aderenti; dall’altra, attraverso il censimento degli archivi storici, conservati presso numerose sedi locali, di riflettere sul valore della memoria della lunga storia dell’impegno delle donne Cif nel Paese, fondamentale per il rafforzamento della dimensione identitaria dell’associazione e per la sua trasmissione alle future generazioni di dirigenti.

Leggi la scheda del libro

Presentazione del libro “Sturzo, l’uomo degli altri”

Sabato 20 maggio 2017, alle ore 12:00, in occasione del 30° Salone Internazionale del Libro di Torino – Lingotto Fiere (Padiglione 1, stand D12-E11 Alleanza Cooperative Italiane Comunicazione) si terrà la presentazione del volume di Stefano Catini “Sturzo, l’uomo degli altri”.

 

IL LIBRO: “Sturzo, l’uomo degli altri”

Una storia in bianco e nero raccontata a colori che dalla provincia di Caltagirone ci porta a Roma, Parigi, Londra e New York nel tentativo di raccontare le grandi battaglie di Luigi Sturzo. La storia di un uomo, di un prete e di un politico che come un moderno San Francesco rivoluzionò la Chiesa e l’Italia stessa dall’interno, senza clamore, senza violenza.
Soprattutto la storia di un esule raccontata leggendo tra le righe di epistole ufficiali, lettere private e cronache dell’epoca che svelano la forza e i turbamenti di un uomo mille volte in ginocchio che sempre si rialza e come un faro illumina uomini e donne di qualunque pensiero pronti a sacrificarsi per la libertà.

Vai alla scheda del libro

Presentazione del libro “Strettamente personale”

Giovedì 25 maggio 2017, alle ore 20:00, presso il Circolo Tennis Roma (Viale Ipponio 11 – Roma) si terrà la presentazione del volume del Prof.ssa Rita Caccamo “Strettamente personale. Singles e coppie non conviventi si raccontano”.

Intervengono:

  • Ivetta Ivaldi
  • Gaia Peruzzi
  • Carmine Piscopo

Sarà presente l’editore Gennaro Guerriero.

IL LIBRO: “Strettamente personale. Singles e coppie non conviventi si raccontano”

Nel mondo di oggi, c’è un aumento generalizzato della mobilità come requisito richiesto dal sistema; che, poi, a sua volta, si fa tratto identitario della vita personale. Esso prende, alle volte, le forme della singleness; altre, quelle delle coppie che vivono “separatamente insieme”. Il gruppo dei singles è vasto e variegato; e costituisce ben il 30% della popolazione italiana, compresi gli anziani. Al suo interno si trovano celibi e ex-sposati; dislocati sull’intero arco biografico, addensandosi nelle fasce d’età centrali (trentacinque-sessant’anni). La differenza di genere è più marcata riguardo alle priorità di vita: lavoro, amicizia e sfera sessuo-affettiva. Quest’ultima è centrale per tutti; ma assume per le donne accenti più critici rispetto agli uomini. Profili paralleli? In emersione, poi, si trova il fenomeno delle coppie non conviventi, che, per scelta per forza, vivono in due case e ménage separati, pur sentendosi e configurantisi come coppia. Sia singles, sia laters sono stati indagati dall’Autrice con un approccio partecipativo, che ha privilegiato le interviste biografiche come unità d’analisi, e le testimonianze in presa diretta. La narrazione sociologica si snoda agevolmente, arricchendosi di riferimenti alla letteratura, al teatro e al cinema.

Vai alla scheda del libro

Presentazione del libro “Diario di un formatore autobiografico”

Sabato 27 maggio 2017, alle ore 18:00, presso la Casa del Libro (Via Maestranza n.20 – Siracusa) si terrà la presentazione del volume del Prof. Orazio Maria Valastro Diario di un formatore autobiografico. Esperienze di narrazioni e scritture di sé.

Ne discutono con l’autore:

  • Deila Caruso
  • Maria Coppa
  • Maria Crivelli

IL LIBRO: “Diario di un formatore autobiografico. Esperienze di narrazioni e scritture di sé”

Il testo che hai per le mani, caro lettore (o dovrei chiamarti pellegrino?), è denso, coinvolgente, pieno di riferimenti colti e però anche terribilmente vivo. Non si lascia pre-fare facilmente. I libri sono scritti per lo più per andare ad abitare scaffali ben individuati: letteratura, scienze sociali, biografie… Questo no. Orazio Maria Valastro è, per sua stessa ammissione, un sociologo e uno sciamano delle storie, un formatore biografico e un autobiografo convinto. E un amante della parola ben detta, ben scritta. È anche un funambolo, metafora (una delle tante: tutto il testo è una celebrazione del pensiero abduttivo, obliquo, immaginale) con la quale apre la sua narrazione. E così mi sono ritrovata funambola anch’io, a coniugare le mie diverse anime. A commuovermi nel leggere brani autobiografici così parlanti da toccare le corde del cuore, e subito dopo a pensare intensamente, immersa in un affondo filosofico concettualmente impegnativo, ricco di riferimenti bibliografici. Oggi più che mai: viviamo talmente disconnessi che ci dimentichiamo di prenderci cura dei nessi tra cervello e cuore, tra singolarità e totalità.

Vai alla scheda del libro

Presentazione del libro “Roma in divenire fra identità e conflitti” a cura di Isabella Pezzini, Ana Clauda De Oliveira

Giovedì 30 marzo, in occasione dell’evento Mamma Roma presso il Mercato centrale di Termini, Roma, sarà presentato il volume “Roma in divenire tra identità e conflitti” a cura di Isabella Pezzini e Ana Clauda De Oliveira.

Mamma Roma al Mercato Centrale racconta ogni settimana, in tutte le sue sfaccettature, un quartiere diverso della capitale; protagonista dell’incontro del 30 marzo sarà Monti, il primo rione di Roma, e si terrà a partire dalle 18:30.

Le autrici interverranno con la presentazione del testo verso le 19:30.

Segui l’evento su Facebook!

IL LIBRO: “Roma in divenire tra identità e conflitti”

Questo volume presenta il versante italiano di una ricerca internazionale sulla metropoli, Pratiche di vita e produzione del senso fra Roma e San Paolo, diretta da Isabella Pezzini (Sapienza Università di Roma) e Ana Claudia Mei Alves de Oliveira (Pontificia Universidade Católica de São Paulo, Brazil) dedicata a due città in apparenza fra loro diversissime. In realtà, ad accumunarle non vi è solo il processo di globalizzazione che innesca dinamiche molto simili in tutte le città del mondo, ma anzitutto lo sguardo a partire dal quale esse vengono attraversate. L’approccio semiotico privilegia qui i temi dell’identità, dell’immaginario urbano, del consumo, e si concentra inoltre sullo spazio metropolitano come terreno in cui emergono conflitti così come nuove forme di creatività e espressione artistica.

Ne risulta una rete di percorsi originali attraverso pratiche, rappresentazioni, forme di vita, riflessioni e analisi sui paesaggi semiotici della città, da cui emergono le tante diverse “Rome” che convivono spesso ignorandosi. Dal lavoro di sintesi operato dai simboli agli slanci architettonici verso la modernità, dal cinema ai luoghi del lusso e del tifo sportivo, ma anche, in negativo, all’incuria e all’abbandono di tanti luoghi storici, soprattutto nelle zone periferiche, dove accanto ai graffiti dei writers fioriscono inaspettati i murales della street art.

Vai alla scheda del libro

 

Presentazione del libro “Il combattimento di Loreto” di Massimo Coltrinari

Domenica 12 marzo alle ore 17.00 presso il Museo della Città di Ancona (Piazza del Plebiscito 1) verrà presentato il libro “Il combattimento di Loreto detto di Castelfidardo – 18 Settembre 1860”, di Massimo Coltrinari, in occasione della manifestazione Storia del Risorgimento delle Marche.

L’Autore Massimo Coltrinari ricostruisce la giornata del 18 settembre 1860, durante la quale le forze operative pontificie furono intercettate nella loro marcia su Ancona provenienti dall’Umbria, dalle forze del IV Corpo d’Armata al Comando del gen. Cialdini.

IL LIBRO: “Il combattimento di Loreto”

Questo volume, che rappresenta un ulteriore arricchimento della Collana “Storia in laboratorio” in quanto introduce un comparto di estrema importanza: il Primo Risorgimento, ovvero tutti quegli avvenimenti che interessano il processo unitario italiano che trasformò la nostra Penisola da una semplice espressione geografica in uno Stato. Il collegamento tra il Primo Risorgimento, che ebbe la sua massima espressione nel ventennio 1848-1870 ed il Secondo Risorgimento, ovvero la Guerra di Liberazione, 1943-1945, è il dato che si vuole cogliere con questo volume.

Un volume che ha una prerogativa che discende da un assunto. Se all’indomani degli avvenimento, la fragilità delle conquiste, imponeva allo Stato Italiano ed alla sua dirigenza una ferrea azione di difesa delle conquiste appena conseguite, in quanto tanti erano i nemici che volevano ritornare alla situazione antecedente, costringendoli a dare versioni e interpretazioni degli avvenimenti a tutto vantaggio della causa nazionale, oggi questa difesa ferrea non è più necessaria. Nessuno, oggi,  ormai ritiene normale ripensare al ripristino del Potere Temporale dei Papi o altri temi cari agli uomini del Risorgimento. Oggi ci possiamo permettere di andare a conoscere esattamente che cosa è effettivamente avvenuto, come è stato interpretato e come è stato poi raccontato. Poi costruire la nostra ricerca sulla base dei documenti e dei dati oggettivi. Emerge una realtà che è diversa da quella che si conosce come storia tramandata ed acquisita. Il volume propone questa nuova realtà, senza voler distruggere ne tradizione ne miti, solo un contributo a preservare una memoria, possibilmente con una maggiore conoscenza di causa, al fine di contribuire alla costruzione di una entità materia, come la costituzione di un parco Storico dedicato agli avvenimenti oggetto del volume. Una volontà di andare oltre l’acquisto e, sulla base di ricerche ultratrentennali, stabilire l’ esatto svolgersi degli avvenimenti della giornata del 18 settembre 1860 che si sono succeduti nella vallata del Musone nel territorio di Loreto, nella bassa valle del Musone. Un volume ben circoscritto nel tempo, una giornata, quella del 18 settembre, che rappresenta un momento fondamentale del passaggio delle marche dallo Stato preunitario allo Stato nazionale. secolo breve. Il volume descrive quei eccezionali giorni del settembre 1860 durante i quali si realizzano i momenti più belli ed esaltanti della storia recente della città Dorica.

Vai alla scheda del libro

Tags: ,

Presentazione del libro “Sturzo. L’uomo degli altri” di Stefano Catini

Sabato 11 febbraio alle ore 17.30 presso la Camera di Commercio (C.so Cefalonia 71, Fermo),  verrà presentato il libro “Sturzo. L’uomo degli altri” di Stefano Catini.

Saluti delle autorità:

  • Presidente C.C.I.A.A. di Fermo, Graziano Di Battista
  • Sindaco di Fermo, Avv. Paolo Calcinaro
  • Presidente Associazione “La Nuova Frontiera”, Luca Leoni

Interverranno all’evento:

  • Autore del libro, Stefano Catini
  • Moderatore, Adolfo Leoni
  • Curatrice del libro, Beatrice Coletti, collaboratrice Istituto Luigi Sturzo
  • Presidente onorario Associazione “La Nuova Frontiera”, Saturnino Di Ruscio

IL LIBRO: “Sturzo. L’uomo degli altri”

“Una storia in bianco e nero raccontata a colori che dalla provincia di Caltagirone ci porta a Roma, Parigi, Londra e New York nel tentativo di raccontare le grandi battaglie di Luigi Sturzo. La storia di un uomo, di un prete e di un politico che come un moderno San Francesco rivoluzionò la Chiesa e l’Italia stessa dall’interno, senza clamore, senza violenza.
Soprattutto la storia di un esule raccontata leggendo tra le righe di epistole ufficiali, lettere private e cronache dell’epoca che svelano la forza e i turbamenti di un uomo mille volte in ginocchio che sempre si rialza e come un faro illumina uomini e donne di qualunque pensiero pronti a sacrificarsi per la libertà.”

Vai alla scheda del libro.

 

Tags: , ,