No products in the cart.

Category Archives: Eventi

Presentazione del libro “L’immagine in rete. Selfie, social network e motori di ricerca” di Vincenza del Marco

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Domenica 27 gennaio 2019, alle ore 17:00, presso il MACRO Asilo (Via Nizza 138, Roma) si terrà la presentazione del libro “L’immagine in rete. Selfie, social network e motori di ricerca” di Vincenza del Marco.

Con l’affermazione dei social network e l’esplosione del selfie, grande attenzione è stata posta sul reperimento delle immagini nell’ambito della ricerca in rete e nel campo dell’intelligenza artificiale. Se le immagini digitali possono essere considerate come materiale da analizzare su larga scala attraverso sistemi informatici, nell’era digitale ogni immagine può mantenere la sua specificità, un ambito di significazione.

Attraverso una riflessione teorica e un approccio analitico agli attuali sistemi vengono formulate delle proposte per affrontare il tema del sincretismo in rete, con una speciale attenzione al visuale, non esclusivamente dal punto di vista delle tecniche informatiche di sviluppo e dalle correlate teorie, ma anche attraverso un approccio semiotico in grado di cogliere le dinamiche dei linguaggi della rete.

Proiezione dei video “Percorso per donne” e “Danza dell’insetto” di Cristiana Cerrini.

Intervengono:

  • Tiziana Barone, Analista semiotica e marketer
  • Eleonora Diamanti, John Cabot University
  • Riccardo Finocchi, Università LUMSA
  • Amparo Latorre Romero, Sapienza Università di Roma
  • Paolo Peverini, LUISS Guido Carli

IL LIBRO: “L’immagine in rete. Selfie, social network e motori di ricerca” di Vincenza del Marco

Negli ultimi anni sono esplose forme come il selfie; social network più o meno specializzati nell’ambito del visuale come Instagram hanno incontrato un’importante affermazione. Nell’ambito della ricerca in rete grande attenzione è stata posta sul reperimento delle immagini, anche nel campo dell’intelligenza artificiale. La questione della visualizzazione ha avuto anch’essa un notevole richiamo. Se le immagini digitali possono essere considerate come materiale da analizzare su larga scala attraverso sistemi informatici, nell’era digitale ogni immagine può mantenere la sua specificità, ha un significato.

Vai alla scheda del libro

Tags: , , ,

Giovedì 20 dicembre – Tavola rotonda “La Zattera – Regole per Vivere in Armonia” – Biblioteca Casanatense

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Giovedì 20 dicembre, ore 17.00, presso la Biblioteca Casanatense (Via di S. Ignazio 52, Roma), si terrà l’evento “Tavola rotonda: La Zattera – Regole per Vivere in Armonia”.

L’incontro, ospitato nella storica Biblioteca Casanatense e moderato da Maria Rosaria Gianni del TG1, vedrà confrontarsi giornalisti, sociologi, teologi e giovani studenti di Medicina. Coordinatore dell’incontro il Prof. Carlo Gaudio, Professore Ordinario e Primario di Cardiologia, autore del testo che dà il titolo all’incontro.

Partecipano alla tavola rotonda:

  • Mario Alì, Accademia Belle Arti
  • Marco Cardinali, Teologo
  • Alessandro El Motassime studente V anno di medicina
  • Lucia Marchi, direttore della Biblioteca Casanatense

Modera: Maria Rosaria Gianni, TG1

In occasione dell’evento sarà presentato il libro “La Zattera. Regole per vivere in armonia” di Carlo Gaudio.

Seguirà brindisi augurale

Scarica la locandina dell’evento

IL LIBRO: “La Zattera. Regole per vivere in armonia” di Carlo Gaudio

“Non sono mancati, nella recente produzione letteraria, scrittori che hanno esercitato la professione medica e, talvolta, hanno tratto ispirazione per le loro opere proprio da questa esperienza…
Ne è testimonianza Carlo Gaudio, che all’impegno accademico e nella professione medica, ha unito come non secondaria la attività nutrita dalla passione per la musica, la letteratura, il teatro, la cinematografia. A queste due ultime espressioni artistiche, che con la rappresentazione ripercorrono e interpretano episodi o caratteri della vicenda umana, Carlo Gaudio si è dedicato non solamente come critico e direttore di una Collana di cultura cinematografica, ma anche come autore di opere teatrali e di documentari cinematografici.
Il suo panorama culturale si amplia con questo libro filosofico, che offre un decalogo di Regole per vivere in armonia. La intitolazione dei dieci capitoli dei quali il libro si compone rende evidente che ciascuna “regola” è enunciata per indicare una via, per orientare la volontà, per sollecitare e persuadere in vista di un obiettivo al quale si può aspirare; non, dunque, per prescrivere, imporre e sanzionare.
Si tratta di “regole” che hanno un radicamento culturale, aspetti filosofici o religiosi, risvolti psicologici e sociali. Sono espressione di saggezza, che spesso ha radici antiche, e di esperienza, resa incisivamente percepibile con il racconto di vicende esemplari, le quali rappresentano per ciascuna regola una testimonianza.
La scrittura è limpida, ma non per questo il contenuto meno profondo. Se l’obiettivo è vivere con armonia, già la lettura del libro rasserena e quasi conduce per mano aprendo il percorso verso questo orizzonte”.

Vai alla scheda del libro

Tags: , , , ,

Presentazione del libro “Stasera l’amore arriva dal mare” di Rosanna Fanzo

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Venerdì 14 dicembre 2018, alle ore 19:00, presso la Sala Alphaville – Ex ONMI (Via Muricchio 1, Campobasso)  si terrà la presentazione del libro “Stasera l’amore arriva dal mare. Miniature di attimi nudi” di Rosanna Fanzo.

L’evento, scandito  in un Reading e un’Agorà, prevede la presenza di: Michele Di Cillo (voce recitante), Francesca Bertoni (voce recitante), Enrico Varriano (chitarra) e della giornalista Roberta Muzio (“Il Mattino”) che modererà il dialogo fra autrice e pubblico.

IL LIBRO: “Stasera l’amore arriva dal mare. Miniature di attimi nudi” di Rosanna Fanzo

Pullulano storie nelle pagine e dialogano con il racconto, in prima persona, dell’autrice. Amori dissimili, distanti nel tempo e nello spazio, non temono di esibire la loro umanità e la loro forza. Invitano il lettore a riflettere sui limiti e sulle possibilità che i limiti inoculano. Fungono al lettore da monito affinché egli impari il coraggio del proprio sentire, avvalori i moti del proprio animo, accolga la pienezza dell’attimo presente, diverga dall’immobilità.

Vai alla scheda del libro

L’Istituto Luigi Sturzo partecipa a “Più Libri Più Liberi”: laboratorio per i ragazzi sull’attualità della figura di Luigi Sturzo

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Mercoledì 5 dicembre ore 12:30, l’Istituto Luigi Sturzo partecipa – all’interno dello stand della Regione Lazio – alla Fiera “Più Libri Più Liberi” nella Nuvola, con un laboratorio per i ragazzi dal titolo Giovani liberi e forti. Un’attività di reading incentrata sull’attualità della figura di Luigi Sturzo con il coinvolgimento di Stefano Catini, autore del testo “Sturzo. L’uomo degli altri”, Edizioni Nuova cultura.

Oltre ad un reading di alcuni brani del testo da parte dell’autore è previsto un laboratorio attraverso l’approfondimento bibliografico su testi, immagini e documenti presenti nel patrimonio dell’Istituto, anche online.

Per informazioni contattare scrivere a biblioteca@sturzo.it

Visita la pagina dell’Istituto Luigi Sturzo

Vai alla pagina della manifestazione

Presentazione del libro “Il comunismo nella storia europea del XX secolo”

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Martedì 4 dicembre 2018, alle ore 16:30, nella Sala delle lauree “Giuseppe Sorgi” della Facoltà di Scienze Politiche del Campus universitario Aurelio Saliceti (Teramo), si terrà la presentazione del volume “Il comunismo nella storia europea del XX secolo. Politica, istituzioni, ideologie” a cura di Giovanni Franchi e Tito Forcellese.

Introduce e presiede i lavori:
Paolo Savarese Preside della Facoltà di Scienze Politiche di Teramo

Presenta il volume:
Rocco Pezzimenti LUMSA – Roma
Partecipano ai lavori i curatori e gli autori del volume

IL LIBRO: “Il comunismo nella storia europea del XX secolo. Politica, istituzioni, ideologie” a cura di Giovanni Franchi e Tito Forcellese

Il volume – che esce in occasione dei cento anni dallo scoppio della Rivoluzione russa (1917-2017) – intende prendere di nuovo in considerazione il comunismo, non solo dal punto di vista della storia politica, ma, più in generale, come fenomeno culturale e spirituale della civiltà europea del XX secolo. Per fare, come è necessario, pienamente i conti con il comunismo, non si può prescindere da un riesame approfondito di ciò che i curatori chiamano nell’Introduzione il “pregiudizio positivo” di cui esso ha goduto e continua a godere nel mondo della politica e della cultura del Vecchio Continente. Diventa quindi sempre più impellente rispondere alla questione: perché il comunismo ha sedotto l’intelligenza e l’immaginario di milioni di persone, nonostante gli esiti tragici ai quali il più delle volte ha condotto e il continuo fallimento di ogni progetto sociale ed economico che si era posto? A questa domanda hanno cercato di rispondere alcuni docenti dell’Università di Teramo e di altre sedi accademiche, provenienti da settori scientifici differenti, secondo un approccio interdisciplinare. Attraverso la storia degli eventi politici, lo studio del diritto e le analisi politologiche e filosofiche, gli autori del volume hanno contribuito, nel loro insieme, ad elaborare delle chiavi interpretative in grado di affrontare le implicazioni teoriche e pratiche di un’ideologia come il marxismo-leninismo, le logiche totalitarie che hanno dominato gli ordinamenti del “socialismo reale” e il ruolo dei molteplici fattori (sociali, religiosi ecc.) che li hanno portati al collasso tra gli anni ottanta e novanta del novecento. Ad un livello più profondo, però, la domanda capitale verte su quella forma mentis utopistica e costruttivistica, dominante nella tarda modernità, che ancora ai nostri giorni continua ad influenzare la vita culturale e istituzionale dell’Europa.

Vai alla scheda del libro

“Roma ancora Capitale d’Italia?”: tavola rotonda alla Facoltà di Architettura, Sapienza Università di Roma

Roma ancora Capitale d'Italia?

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Giovedì 28 giugno 2018, alle ore 10.00 presso l’Aula Magna della Facoltà di Architettura, Sapienza Università di Roma (Piazza Borghese 9, Roma), si terrà il dibattito “Roma ancora Capitale d’Italia?”.

Saluti del Prorettore vicario della Sapienza Università di Roma, Renato Masiani
Saluti del Direttore del Dipartimento di Architetturae Progetto, Orazio Carpenzano
Introduce Lucio Valerio Barbera, coordina Vieri Quilici

Intervengono:

  • Giovanni Caudo
  • Giuseppe De Rita
  • Vittorio Emiliani
  • Francesco Erbani
  • Massimo Teodori
  • Walter Tocci

La sorte di Roma, Capitale laica, grande città moderna, già da alcuni decenni sembra uscita dall’attenzione del governo centrale, per la cui istituzione essa tuttavia fu ideata. La coscienza civica delle popolazioni italiane pare ne abbia già espulsa l’immagine da ogni possibile disegno di migliore futuro. È, dunque, il tempo di discutere apertamente sul ruolo di Roma nei prossimi decenni, o nel prossimo secolo se ne abbiamo la temerarietà. Un po’ di freddezza “accademica” farà superare i veli del coinvolgimento politico e culturale. Forse ormai il problema non è quello del destino di Roma Capitale dello Stato, ma dello Stato unitario come lo conosciamo. Sembra quasi che i due progetti di Cavour – prima il Regno d’Italia del Nord, e poi quello unitario, Nord e Sud insieme – siano di nuovo in alternativa fra loro. Oggi il progetto del Nord pare spingersi verso una qualche realizzazione e il Sud sembra rivelare un’identità politica separata più di quanto si sia a lungo sperato. Saranno costretti, Nord e Sud, nel loro stesso interesse, a parlarsi – come già fanno – a trovare un accordo, a misurare la distanza possibile tra loro, a calcolarne costi e benefici. E nello iato tra le due Italie si accentuerà l’isolamento di Roma. Anzi, la sua inerme solitudine.

Scarica la locandina dell’evento

Vai al sito Dipartimento di Architettura e Progetto della Sapienza

Tags: ,

Presentazione del libro “Vergine mediterranea. Un’adolescenza remota” di Rita Caccamo

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Lunedì 11 giugno 2018 alle ore 16.00 presso l’Istituto Luigi Sturzo – Sala Rossa (Via delle Coppelle 35, 00186 Roma) si terrà la presentazione del libro “Vergine mediterranea. Un’adolescenza remota” di Rita Caccamo.

INTERVENGONO

  • Andrea Bixio
  • Roberta Cipollini
  • Roberto Cipriani
  • Andrea Di Consoli
  • Flavia Piccoli Nardelli

Saranno presenti l’Autrice e il direttore editoriale, Gennaro Guerriero.
Ingresso libero

IL LIBRO: “Vergine Mediterranea” di Rita Caccamo

Il racconto di vita che si snoda in queste pagine, appare subito denso di riferimenti a persone, luoghi, cose, sepolti nel passato e riattivati nel lavorìo della memoria di Rossana: l’io narrante della storia. Si disegna, così, un “genere misto”, che si sviluppa su diversi piani di realtà e d’immaginazione, dando luogo a una storia con vena autobiografica e letteraria. Ricca di lampi in avanti e all’indietro, secondo l’idea (e la pratica) del flusso di coscienza, crea suspense e suscita coinvolgimento nel lettore.
L’ambientazione bucolica di quelle estati remote – comprese in un intervallo biografico di cinque anni – registra eventi e sensazioni di felicità; testimoniati dalla sbiadita, eppur viva, immagine in copertina. È l’epoca delle grandi letture, e dello studio sistematico del pianoforte, in full immersion. In un batter di ciglia, si registra un primo passaggio nella vita della ragazza: le scoperte corporee e il gioco della seduzione, con il loro fuoco intorno ai sedici anni.
Poi, la narrazione si concentra sul percorso arduo verso la giovinezza: il passaggio ai diciotto anni, e oltre. Quel tempo è segnato da un incontro erotico e sentimentale importante, puro amore, al quale Rossana è costretta a rinunciare, come avveniva un tempo, quello assai lontano. E dà il tono a una serie di vicende, esplicite o allusive, coeve o posteriori, nell’ordine rovesciato del ricordo.
Molti sono i riferimenti “finzionali”, sospesi tra realtà e sogno, affioranti in ordine (apparentemente) sparso. Da Lolita a Casanova, da Anne Frank a Colette. Per antagonismo o conciliazione con l’esperienza della protagonista. Tutto questo va a ricomporre l’adolescenza di Rossana. E a farla leggere.

Vai alla scheda del libro

Tags:

“Diamo un futuro all’eccellenza” – Cerimonia di conferimento premi e borse di studio, Fondazione Roma Sapienza

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

La Fondazione Roma Sapienza premia oltre 80 studenti eccellenti

Giovedì 7 giugno alle ore 16.30 presso l’Aula Calasso della Facoltà di Giurisprudenza della Sapienza Università di Roma, avrà luogo la cerimonia di conferimento dei premi e delle borse di studio assegnate dalla Fondazione Roma Sapienza nell’anno accademico 2017/2018. Ai saluti del Magnifico Rettore della Sapienza Università di Roma, Prof. Eugenio Gaudio e del Presidente della Fondazione, Prof. Antonello Folco Biagini, seguirà l’intervento del dott. Mario Tozzi dal titolo “Un ricercatore prestato alla divulgazione”. Durante la cerimonia verranno premiati oltre ottanta studenti e neolaureati della Sapienza Università di Roma e di altre università italiane che hanno partecipato ai numerosi bandi che coprono tutte le aree scientifico – disciplinari dell’Ateneo. La Fondazione Roma Sapienza, in accordo con l’Ateneo, ha dedicato al prof. Enzo Lippolis una borsa di studio per la migliore tesi di laurea magistrale in Archeologia che sarà conferita a un laureato della Sapienza Università di Roma.

Saranno inoltre consegnati premi e borse di studio in memoria di Claudio Amarisse, Tullio De Mauro, Valentina De Castro, Edoardo Iammarino, Vittorio Mongiardini, Francesco Paolo Califano, Maria Teresa Tiraboschi, Manuel Castello, Giulio e Giovana Sacchetti, Giovan Battista Baroni, Paola Parise.

Per informazioni, vai al sito di Fondazione Roma Sapienza.

Tags: ,

L’Istituto Culturale Rumeno e l’Università La Sapienza promuovono la conferenza internazionale “The power of fashion, cultural history, communication”

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

La Fondazione Roma Sapienza, l’Istituto Culturale Romeno, il Dottorato in Storia d’Europa hanno promosso la conferenza internazionale “The power of fashion, cultural history, communication. Creative industries and the New Europe, opportunities and challenges”, tenutasi martedì 22 maggio 2018, a partire dalle ore 11, e mercoledì 23 maggio 2018, a partire dalle ore 10.30, presso l’Aula Organi Collegiali e l’Aula Multimediale, Palazzo del Rettorato. L’obiettivo della conferenza è quello di coinvolgere professionisti, decision-makers, analisti politici e accademici intorno ai temi delle industrie creative, della comunicazione sociologica, dell’economia di settore e degli archivi specializzati, il tutto declinato nelle prospettive che la moda può offrire nell’ambito del contesto internazionale sia dal punto di vista culturale che per quanto riguarda le opportunità lavorative.

All’inaugurazione ufficiale, tenutasi presso l’auditorium della prestigiosa Sapienza, hanno parlato Antonello Folco Biagini – presidente della “Sapienza di Roma”, Liliana Turoiu – Presidente ICR, e l’ambasciatore rumeno a Roma, George Bologan Gabriel.

Durante i due giorni, la conferenza ha riunito artisti, responsabili decisionali, analisti politici, accademici, dirigenti maestri e scuole di dottorato che operano tra settori creativi, diplomazia culturale e relazioni internazionali.