Non ci sono prodotti nel carrello.

Collana "Dizionario minimo della Grande Guerra"

Il Dizionario minimo della Grande Guerra si compone di cinque volumi (compendi) e di altrettanti volumi (glossari) dedicati ad ogni anno del conflitto (1914, 1915, 1916, 1917, 1918) in cui nei primi si descrivono gli avvenimenti dell’anno considerato e nei secondi i lemmi di pertinenza. Il Dizionario, completato da un volume dedicato agli indici ed uno dedicato ai percorsi di studio e di ricerca, vuole essere uno strumento per porre in grado il lettore, ovvero lo studente, in grado di costruire una mappa logica, e quindi, una di mappa di ricerca che, permettendo di accedere con metodo alla rete informatica ed ai motori di ricerca, lo possa aiutare a comprendere, approfondire, ampliare e perfezionare la propria conoscenza della Grande Guerra.

L’Istituto del Nastro Azzurro fra Combattenti Decorati al Valor Militare fu fondato a Roma il 26 marzo 1923, questo per ricordare che 90 anni prima, il 26 marzo 1833, Carlo Alberto con Regio Viglietto istituiva la Medaglia d’Oro e la Medaglia d’Argento al Valor Militare. Il 26 aprile viene pubblicato il primo numero del periodico “Il Nastro Azzurro”. Con R.D. 31/05/1928 l’Istituto viene dichiarato Ente Morale. Sono Soci d’onore 108 Provincie e Comuni, di cui 51 Decorati di Medaglia d’Oro al Valor Militare e numerosissimi Reparti delle Forze Armate. I Decorati dell’Ordine Militare d’Italia, i decorati di Croce d’Onore alle vittime di atti di terrorismo o di atti ostili in operazioni militari e civili all’estero, e di medaglie al valore dell’Esercito, della Marina, dell’Aeronautica, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, possono far parte dell’Istituto quali soci ordinari.

L’Istituto apolitico ed apartitico si prefigge di: nobilitare il segno del valore, affermare ed esaltare il valore le virtù militari italiane, tutelare il rispetto e l’amore per la Patria; ravvivare il ricordo degli eroismi compiuti, assistere gli iscritti e tutelare gli interessi morali e materiali della categoria. L’Istituto è retto da un Consiglio Nazionale, eletto ogni 4 anni dai Presidenti delle 82 Federazioni Provinciali riuniti in Congresso Nazionale.

I Soci assommano attualmente a 5324. Dal 2014, su iniziativa del presidente Carlo Maria Magnani, è stato istituito il Centro Studi sul Valore MIlitare – CESVAM, che, tra gli altri, ha il compito di promuovere ricerche e studi sul Valore Militare e sulla funzione attuale dell’Istituto nella società.

Visualizzazione di tutti i 3 risultati