Non ci sono prodotti nel carrello.

Statistiche: istruzioni per l’uso

Fonti e strumenti per l'analisi dei dati

di Laura Bocci, Isabella Mingo

26.00

L’importanza delle statistiche nella vita di tutti i giorni è un fatto innegabile lo dimostra l’assiduità con cui ogni giorno i mezzi di informazione utilizzano dati per mettere al corrente, un pubblico sempre più vasto, dei fatti e delle opinioni più disparate. D’altra parte, ogniqualvolta si ascolta il telegiornale, si sfoglia un quotidiano, si guarda la fattura del cellulare o anche semplicemente si controllano i risultati delle partite di calcio ci si rende conto di come le statistiche siano quotidianamente utilizzate.

A questa crescente diffusione non si accompagna, tuttavia, quella di una adeguata cultura statistica, intesa come capacità di reperire, interpretare e usare le informazioni quantitative in modo critico e appropriato. Il rischio è che le statistiche diventino inutili o addirittura fuorvianti in assenza di una conoscenza seppur minima della statistica, che è, invece, necessaria per un uso corretto dei dati.

Le statistiche sono fatte di numeri, ma i numeri non crescono sugli alberi. Il volume intende fornire risposte semplici e chiare ad alcuni quesiti sulle statistiche: cosa ci dicono? Chi le produce? Come vengono prodotte? Dove si trovano? Come si riconosce la loro qualità? Come è possibile analizzare, sintetizzare e presentare i dati statistici?

L’intento non è quello di formare statistici ma far in modo che le statistiche siano comprensibili da chiunque.

The importance of statistics in everyday life is an undeniable fact, as highlighted by the media who regularly use data to inform a wide audience. On the other hand, anyone who listens to the news, opens a newspaper, reads a mobile bill, or even just examines the football scores can see statistics in use on a daily basis.

This growing popularity is not accompanied, however, with a correct statistical literacy, defined as the ability to gather, analyze and interpret statistical information in a critical and appropriate way. The risk is that the statistics are useless or even misleading without a minimal understanding and appreciation of statistical theory, which is necessary to use data correctly.

Statistics are made up of numbers, but numbers don’t flourish on trees. The book aims to address some issues on statistics what do the statistics tell us? Who produce them? How are they produced? How can you get this information? And how can you know if it is any good? What are the most common ways to analyze, summarize and present data?

The goal is not to train statisticians, but to make statistics understandable by everyone.

Laura Bocci è docente di Analisi dei dati per la Comunicazione presso la Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione della Sapienza Università di Roma. È autrice di articoli su riviste nazionali e internazionali riguardanti la statistica multivariata e in particolare l’analisi dei clusters, scaling multidimensionale, algoritmi genetici e modelli a mistura finita.

Isabella Mingo è docente di Fonti statistiche per la Comunicazione presso la Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione della Sapienza Università di Roma. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Dai dati all’informazione (Nuova Cultura, 2007), Concetti e quantità (Bonanno, 2009), Tempi di vita moderni (Guerini, 2011).

Email

Additional Information

ISBN Cartaceo9788861348059
Anno di edizione2012
Pagine406
Dimensioni24 x 17 x 24 cm
Peso0.697 Kg
ColoreB/N

Adozioni

Testo adottato daLaura Bocci / Isabella Mingo; Scienze politiche, Sociologia, Comunicazione; La Sapienza Università di Roma

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Be the first to review “Statistiche: istruzioni per l’uso”