Non ci sono prodotti nel carrello.

Le novità del trattato di Lisbona

di Giancarlo Pasquali

12.00

L’opera offre un’analisi completa e al contempo critica degli aspetti più salienti del recentissimo trattato di Lisbona. Scevro di ogni impaccio retorico e redatto con stile sobrio e auspicabilmente chiaro, il volume, snello nel suo formato, vuole offrire al lettore un quadro realistico ed attuale del complesso ordinamento giuridico europeo. Non tralasciando di evidenziare le difficoltà che hanno caratterizzato la gestazione non breve del trattato, risultato dallo “scongelamento” delle parti meno innovative di quello costituzionale, l’autore ripercorre le fasi salienti del lavoro preparatorio fino all’approdo del testo finale, che poco spazio sembra concedere a talune fantasiose aspettative della lontana vigilia. Dall’ analisi, condotta con scrupolo e sorretta da un valido riscontro con una qualificata dottrina, in prevalenza straniera, emerge, comunque, un apprezzabile sforzo, da parte del legislatore europeo, di ricercare una più efficace semplificazione, una migliore sistematizzazione e chiarezza dell’intera materia rispetto ai trattati precedenti.

In bella evidenza nel testo sono, quindi, poste le osservazioni, non scevre da approfondite valutazioni critiche, relativamente agli aspetti più salienti del trattato,  identificabili, a livello esemplificativo, nel riconoscimento della Carta dei diritti fondamentali, nell’adesione dell’Unione alla Convenzione di Roma, nella semplificazione delle procedure legislative, nella disciplina della figura dell’Alto rappresentante e nel maggiore coinvolgimento dei parlamenti nazionali nella formulazione degli atti legislativi dell’Unione. Il libro, pertanto, si pone non soltanto come un aggiornato strumento di conoscenza giuridica, ma anche come un utile mezzo d’informazione, necessario a quanti hanno a cuore la sorte dello sviluppo futuro della nostra Europa.
Giancarlo Pasquali docente di diritto dell’Unione europea presso l’ Università di Urbino e di Roma “Tor Vergata”, (1994-2010), ha avuto modo di approfondire lo studio e l’applicazione del diritto dell’Unione europea, materia già oggetto di tesi di laurea, attraverso un prolungato soggiorno di circa venti anni a Bruxelles. Membro di numerosi comitati comunitari, da ultimo di quello Economico e Sociale, l’autore ha maturato un’ approfondita conoscenza anche dei sistemi giuridici dei principali stati membri, grazie alla disponibilità di un vasto bagaglio linguistico. Nel novero delle svariate e numerose pubblicazioni, tra cui è dato ricordare libri, saggi ed articoli, pertinenti principalmente al tema: “il sistema giuridico europeo”, “Le novità del trattato di Lisbona”, costituisce l’ultimo lavoro dell’autore, finalizzato a fornire una chiave di lettura semplice ed attuale relativa al complesso processo di sviluppo europeo tuttora in atto.

Email

Additional Information

ISBN Cartaceo9788861344082
Anno di edizione2010
Pagine114
Dimensioni24 x 17 cm
Peso0.211 Kg
ColoreB/N

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Be the first to review “Le novità del trattato di Lisbona”