Non ci sono prodotti nel carrello.

Il senso di una guerra

Ragione, nazione, passione, irrazionalità alle origini della Grande Guerra

di Giangiacomo Vale (a cura di)

9.0018.00

Il presente volume vuole offrire un contributo teorico in chiave filosofico-politica all’analisi e alla comprensione delle origini e delle cause della Prima Guerra mondiale. Sullo sfondo degli otto saggi qui raccolti figura una domanda: quale è il senso della guerra? E quale è il vero significato dell’espressione “vincere la guerra”? Le due guerre mondiali, con le loro incalcolabili conseguenze, hanno reso evidente che la guerra moderna ha raggiunto un livello di perversione che mai era stato raggiunto in precedenza. Che significa, dunque, e che senso ha, vincere una guerra, quando ormai ad aver perso è l’umanità intera? Interrogarsi sul significato dell’espressione “vincere la guerra” richiede dunque, prima ancora, di interrogarsi su quali siano le cause più profonde della guerra.


Giangiacomo Vale è ricercatore di Filosofia politica alla Facoltà di Scienze politiche e delle Relazioni internazionali dell’Università Niccolò Cusano di Roma. Ha conseguito il Dottorato di ricerca in Filosofia politica all’Università dell’Insubria e il Diplôme d’Etudes Approfondies in Filosofia all’Universté Paris 1 – Panthéon-Sorbonne. È membro del Consiglio direttivo del Centro Studi Gaetano Salvemini di Napoli e vicedirettore della rivista «Europea» (Aracne editrice). Collabora con diverse riviste scienti-fiche italiane e straniere ed è autore di vari saggi incentrati principalmente sui rapporti tra letteratura, estetica e politica e sulla teoria federalista. Per Nuova Cultura ha curato l’edizione di Ripensare il federalismo. Prospettive storico-filosofiche, 2012.

 

Svuota
Email

Additional Information

ISBN Digitale9788868126810
ISBN Cartaceo9788868126674
Anno di edizione2016
Pagine174
Dimensioni17 x 24 cm
Peso0.243 Kg
ColoreB/N

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Be the first to review “Il senso di una guerra”