Non ci sono prodotti nel carrello.

Food and Culture (tre volumi)

History Society Communication

di Giovanna Motta

52.50105.00

Il cibo è nutrimento, è produzione agraria, è distribuzione commerciale, è medicina, è ideologia, è identità, è simbolo, e tanto altro ancora. L’analisi della cultura alimentare racconta la storia degli uomini nel suo divenire, riflette i ritmi dell’economia e le ascese sociali, definisce aree di influenza culturale e scambi di cibi, di costumi, di usi – ancestrali e recenti – di saperi tradizionali, di competenze, segna luoghi multiculturali che nel tempo mescolano, contaminano, scambiano uomini e piante, prodotti alimentari e consumi, cibi e conoscenze. È un grande patrimonio dell’umanità, frutto del superamento dell’unità culturale che rappresenta l’ampiezza di un pluralismo alimentare in cui convivono realtà diverse mescolate fra loro nel breve come nel lungo periodo. Nel ritmo differente della storia ai cambiamenti più rapidi si unisce il tempo medio della congiuntura come quello più lento ma significativo della lunga durata che insieme congiungono il tema dell’alimentazione agli altri cambiamenti, di idee, di classi sociali, di dinamiche politiche ed economiche. Consumi di cibi pregiati si affiancano ad abitudini più modeste, ovunque si diffondono i prodotti “nuovi” giunti dalle Americhe, ai beni alimentari della fascia mediterranea si aggiungono le spezie venute dall’Asia, il grano di Sicilia, la carne d’Ungheria, lo zucchero di Madera, insomma una grande fusione fra sapori mediterranei, gusti mitteleuropei, essenze esotiche. La voce degli uomini di un tempo giunta a noi attraverso i documenti d’archivio parla le molte lingue dell’integrazione alimentare e crea una comunione che moltiplica all’infinito l’armonia di un cibo modificato dalle molte contaminazioni. È quanto hanno raccontato gli studiosi che in gran numero hanno partecipato al convegno “Food and Culture” tenutosi presso l’Università di Roma La Sapienza il 9 e 10 giugno 2016 affrontando anche temi attuali come l’ultramediatizzazione del cibo, la trasformazione degli chef in star dell’intrattenimento, il cosiddetto “foodporn” cioè il cibo come godimento estetico e come espressione di voyeurismo condiviso sui social network. Il Dottorato di Storia d’Europa, a un anno di distanza da Expo, ha inteso porre in evidenza la complessa realtà del cibo e intende ora offrire i risultati di tale importante incontro scientifico, oltre che alla comunità di specialisti interessati al tema, in particolare ai dottorandi che stanno compiendo il loro percorso di formazione.

 

Svuota
Email

Additional Information

ISBN Digitale9788868128876
ISBN Cartaceo9788868128524
Anno di edizione2017
Pagine1284
Dimensioni17 x 24 cm
Peso1.797 Kg
ColoreB/N

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Be the first to review “Food and Culture (tre volumi)”